• Bitcoin ha chiuso la sua sessione di negoziazione del giovedì in rosso anche se un ottimistico rapporto sull’occupazione di giugno ha aumentato il sentimento di rischio.
  • Le perdite della Cryptocurrency hanno contrastato i guadagni di Wall Street, mostrando i primi segni di disaccoppiamento dopo settimane di forte correlazione positiva.
  • Allo stesso tempo, il crollo ha mostrato che Bitcoin ha messo in dubbio la ripresa dell’economia statunitense in mezzo a casi di COVID in crescita.

Bitcoin ha individuato un errore significativo in un rapporto di lavoro statunitense altrimenti positivo? A quanto pare, sì.

Il benchmark della crittovaluta è sceso di un modesto 1,61% a circa 9.091 dollari alla chiusura della sessione di giovedì. L’ottuso finale è emerso nonostante i favorevoli sentimenti di rischio guidati dalla notizia che gli Stati Uniti hanno aggiunto 4,8 milioni di posti di lavoro alla loro economia a giugno. D’altra parte, le azioni sono aumentate.

L’evento ha mostrato i primi segni di disaccoppiamento tra Immediate Edge e S&P 500 dopo settimane di forte correlazione positiva. Gli investitori azionari hanno favorito i dati ottimistici contro la triste prospettiva hanno aumentato il numero crescente di tassi di infezione da COVID. Nel frattempo, i trader Bitcoin sono rimasti prudenti.

NOI RECUPERO DEI POSTI DI LAVORO INCERTO

Parte del motivo per cui il top della crittografia non ha seguito l’S&P 500 di mercoledì punta anche a problemi di fondo con i dati sui posti di lavoro negli Stati Uniti. Infatti, il rapporto ha mostrato che il tasso di disoccupazione è sceso dal 13,3 per cento di maggio all’11,1 per cento. Ma non ha affrontato il problema del numero crescente di lavoratori permanentemente disoccupati.

Il Conference Board, un’organizzazione no-profit di New York, fa più luce sulla questione. In un comunicato stampa pubblicato giovedì, l’organizzazione ha dichiarato che più di 1,4 milioni di americani hanno richiesto il sussidio di disoccupazione la scorsa settimana. Ha anche accusato il Dipartimento del Lavoro di aver sbagliato la classificazione dei posti di lavoro, osservando che il tasso di disoccupazione effettivo si aggira intorno al 12,3 per cento, non all’11,1 per cento.

„Oltre a ciò, il grande stimolo del governo – specialmente il sussidio di disoccupazione che fornisce – finirà per lo più nel prossimo mese, e il suo futuro è incerto“, ha aggiunto il Consiglio della Conferenza.

Ciò non significa che ogni trader Bitcoin abbia valutato i dati sui posti di lavoro negli Stati Uniti e abbia deciso di vendere la notizia. Ma il balzo della criptovaluta contro il salto dell’S&P 500 ha mostrato che alcuni trader hanno individuato il suddetto errore prima di Wall Street. Oppure, in parole povere, si sono semplicemente stufati del trend piatto della criptovaluta e l’hanno venduta al top locale.

COSA C’È DAVANTI A BITCOIN

Mentre il mercato americano va in vacanza per un lungo fine settimana per celebrare il giorno dell’indipendenza, Bitcoin se ne sta praticamente da solo fino a domenica sera.

I trader possono continuare a guardare il numero di casi COVID come spunto per capire la prossima fase del mercato azionario. L’S&P 500 può pareggiare alcuni dei suoi guadagni il lunedì sul sentimento di prendere profitto, lasciando il Bitcoin piatto o depressivo.

Il tutto si restringe ai tecnici in assenza di grandi piloti fondamentali. Josh Rager, un analista di mercato di cripto-valuta, ha detto venerdì che Bitcoin avrebbe comunque beneficiato indipendentemente dal suo orientamento ribassista/ribassista/sideway.

„Se si rompe, il prezzo probabilmente supera i 10.000 dollari per un po‘ di tempo – dopo essere stato tenuto sotto i 10.000 dollari per così tanto tempo“, ha twittato. „Se il prezzo si rompe, darà più tempo per accumularsi in un territorio a 4 cifre“.

Bitcoin era scambiato 0,03 per cento in più a 9.093 dollari al momento di questa scrittura.